Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Scienzeonline.comAntropologiaAfrica: Il boom dei “Caffé della scienza”

Africa: Il boom dei “Caffé della scienza”

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Nel luglio del 2007 Patricia Mawa, una giovane ricercatrice del Virus Research Institute di Entebbe, Uganda, ha deciso di aprire il primo “café della scienza” dell’Uganda. Sono stati la curiosità della gente e l’interesse della comunità locale nei confronti della scienza e della tecnologia a far balenare l’idea alla ricercatrice ugandese.

Oggi l’iniziativa di Mawa si è diffusa anche in altre città del Paese: Kampala, Kasese, Arua. In questi luoghi la gente si riunisce e discute di temi che riguardano la salute pubblica, le innovazioni tecnologiche, il dibattito scientifico e l’importanza della scienza per l’uomo e per la sua comunità. Un metodo innovativo per avvicinare il grande pubblico alla cienza.
I caffè scientifici nascono in Francia nei primi anni ’90 per poi diffondersi nel Regno Unito e ora in tutta l’Africa. Nel mondo se ne contano circa 250 sparsi in 40 nazioni, dove si svolgono regolarmente eventi e iniziative legati al mondo della scienza.
 
L’Uganda è l’unico Stato dell’Africa che ha ricevuto un finanziamento di 3 anni dal Welcome Trust, un’associazione britannica leader nei finanziamenti alla ricerca biomedica, per progettare dei cicli di conferenze scientifiche rivolte agli studenti delle scuole secondarie. Nei cosiddetti “caffè junior”, i giovani avranno la possibilità di discutere temi scientifici di loro interesse e porre domande direttamente agli scienziati. Il progetto, partito all’inizio di febbraio, permetterà di stimolare la curiosità scientifica degli studenti al di là dei programmi scolastici, aumentando il loro interesse personale per queste discipline. I giovani parteciperanno attivamente all’organizzazione di convegni, seminari e workshop, migliorando così anche le proprie doti comunicative e acquisendo nuove informazioni su argomenti che riguardano la vita di tutti noi.

v.r.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Flash News

Il Jazz e l’arte di improvvisare. Uno studio americano ne svela i meccanismi neurologici 

Il Jazz e l’improvvisazione, un binomio praticamente perfetto. L’arte di improvvisare costituisce uno dei tratti essenziali di questo genere musicale nato negli Stati Uniti nei primi anni del Novecento. Ogni volta che Miles Davis, grande interprete della musica Jazz negli anni ’50, saliva su un palcoscenico, potevate esser certi che la sua performance sarebbe stata unica e irripetibile.Leggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50

Free business joomla templates