Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Scienzeonline.comComunicati StampaDimmi come dormi, ti dirò quanto ti stressi

Dimmi come dormi, ti dirò quanto ti stressi

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 

Il Centro Extreme composto da Ifc-Cnr, Scuola Sant’Anna e Università di Pisa, studiando con un metodo innovativo la qualità del sonno dei sei astronauti impegnati nella simulazione del viaggio verso Marte, ha svelato correlazioni che consentiranno di misurare oggettivamente i livelli di stress individuale

Misurare oggettivamente la vulnerabilità individuale allo stress: è uno dei primi risultati degli esperimenti condotti dal Centro Extreme – team composto ricercatori dell’Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Ifc-Cnr), della Scuola Superiore Sant’Anna e dell’Università di Pisa – sui sei astronauti impegnati nella simulazione del viaggio spaziale verso Marte.
“Abbiamo svelato correlazioni inedite e assolutamente inaspettate fra qualità del sonno e livello di stress”, osservano Remo Bedini (Ifc-Cnr) e Angelo Gemignani (Università di Pisa), co-fondatori del centro multidisciplinare. “La misurazione del sonno, basata su rilevazioni elettroencefalografiche non invasive e originali, sia per la registrazione sia per l’elaborazione dei segnali, getta le basi per poter misurare oggettivamente i livelli di stress del singolo individuo”.
Che lo stress alteri la qualità e la quantità del sonno è un dato noto da tempo, “ma che la Sleep Slow Oscillation (SSO), l’onda madre del sonno ad onde lente (il sonno ristoratore), rappresenti un target specifico dell’ormone dello stress (cortisolo) è un dato del tutto innovativo”, proseguono i ricercatori di Extreme. “In altre parole i risultati preliminari del Centro, realizzati grazie all'analisi della SSO con un nostro algoritmo originale, indicano che elevati livelli di cortisolo sono in grado di alterare significativamente le proprietà della SSO e quindi la sua funzione omeostatica”.
La ricerca, concludono Bedini e Gemignani, “apre uno scenario sulla potenziale misura ‘attitudinale’ della persona allo stress, legata a un preciso periodo temporale e alle particolari condizioni operative in cui essa agisce, e potrà contribuire alla determinazione dei profilo di rischio dei singolo individui e dunque fornire un contributo essenziale alla moderna medicina predittiva”.
I risultati preliminari degli studi, già pubblicati dal gruppo di ricerca su top journal scientifici, saranno presentati in anteprima mondiale a Pisa, nell’ambito della Conferenza internazionale “Ai Confini della Fisiologia: conference on biomedical issues on long lasting manned mission”, che si terrà l’8 e il 9 dicembre, presso la Scuola Superiore Sant’Anna e l’Area di Ricerca del Cnr. Parteciperanno, con i ricercatori del Centro Extreme, scienziati dell’Ente Spaziale Russo, della Nasa e dell’Esa (Ente Spaziale Europeo). Interessante sarà la discussione dei risultati preliminari dell’esperimento attraverso il raffronto e l’integrazione con le osservazioni e i risultati degli altri test, sempre legati allo studio degli effetti dello stress legato all’interazione uomo-ambiente, uomo-uomo nella simulazione del viaggio su Marte.
L’esperimento è condotto a Mosca da specialisti dell’Istituto per i Problemi Biomedici (Ibmp) dell’Accademia delle Scienze Russa, che dai primi voli di Gagarin controlla tutte le imprese spaziali del Paese, in collaborazione con l’Esa. Per oltre cento giorni, l’estate scorsa, i sei astronauti progetto ‘Mars500’ sono rimasti confinati nel simulatore spaziale (NEK), un ambiente paragonabile ad un sottomarino super-tecnologico, nel quale hanno riprodotto fedelmente un viaggio interplanetario verso il Pianeta Rosso (previsto per il 2020). Una palestra ideale per misura dello stress psicofisico che il Centro Extreme vuol estendere a operatori come pompieri, militari, addetti alla protezione civile, anche a fini di generare ricadute positive per tutti i cittadini.

 

CNR

Flash News

Una soluzione al surriscaldamento globale? mangiamo meno carne

L'invito, che non ha mancato di suscitare polemiche sulla stampa internazionale, viene da una figura insospettabile, Rajendra Pachauri, appena rieletto presidente dell' Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) delle Nazioni Unite.

Leggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50

Free business joomla templates