Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Scienzeonline.comComunicati StampaUn anno di attività: il bilancio sociale 2009 di Legambiente

Un anno di attività: il bilancio sociale 2009 di Legambiente

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Muroni: “Strumento prezioso per migliorare l’associazione” Cosa fa Legambiente con i contributi dei soci, i finanziamenti ministeriali, i fondi dei progetti europei e i budget messi a disposizione dalle aziende con cui collabora?La risposta a queste domande si trova nel bilancio sociale, un resoconto di tutte le attività dell’associazione frutto di un percorso di rendicontazione sociale che Legambiente ha intrapreso da alcuni anni, e che ha già prodotto nel 2003 Verso il bilancio sociale e nel 2006 il Primo bilancio sociale. Il bilancio sociale 2009 oltre a raccontare un anno di attività intensa fatta di battaglie come quella contro il ritorno nucleare, di campagne d’informazione come quella di prevenzione del rischio idrogeologico e denunce contro tutte le aggressioni all’ambiente, rivela anche la complessità dell’agire di Legambiente presentandone gli scopi, gli strumenti, i metodi di lavoro, i punti di forza e gli obiettivi di miglioramento per i prossimi anni.Il 2009 ha coinciso con i 30 anni dell’associazione e per questo il bilancio è stata anche l’occasione per ricostruire e condividere tutto quello che Legambiente ha voluto e saputo svolgere nella storia ambientale, sociale e politica del Paese.“Se si vuole cambiare il mondo – dichiara la direttrice generale Rossella Muroni - è necessario iniziare da casa propria. Per questo mentre chiediamo trasparenza e certezza delle regole ai privati e alla pubblica amministrazione, non possiamo che mettere in atto un profondo esame di coscienza in cui la nostra associazione per prima dichiari obiettivi, ideali, strumenti, azioni, limiti e potenzialità”.Legambiente crede, infatti, che l’estensione della pratica del bilancio sociale al settore no profit sia uno dei meccanismi virtuosi innescati dal rapporto tra associazionismo e aziende.“In questi anni di collaborazione con il mondo dei privati – prosegue Muroni - riteniamo di aver in qualche modo contaminato il management aziendale e contribuito a far crescere nelle imprese una sensibilità ambientale che vede nella green economy il punto di arrivo di un processo evolutivo ancora in atto e ancora molto lungo. Allo stesso tempo le aziende ci hanno trasmesso l’idea di dover dichiarare e dimostrare quanto si sta facendo, come si utilizzano le risorse economiche, come sono regolati i contratti di lavoro interni, quali sono gli strumenti messi in campo e con quale criterio. Un approccio nuovo per il terzo settore che sino a pochi anni fa, in cambio di precarietà e volontariato, credeva di dover cambiare il mondo senza rispondere a nessuno (se non ai propri soci) del proprio operato”.L’approccio alla rendicontazione sociale utilizzato per il bilancio 2009 individua obiettivi strategici, che coprono in modo trasversale tutte le tematiche e gli ambiti d’intervento associativi, e strumenti associativi che consentono di raggiungere risultati concreti per implementare le strategie e perseguire la propria missione.“La stesura di un bilancio sociale – ha concluso la direttrice di Legambiente - è un passaggio culturale e politico importante che riconosce la forza e il ruolo acquisito in questi anni dall’associazione nella società italiana. Ci rende tutti più responsabili e ci spinge sempre più a raccontarci, farci conoscere, insomma ad aprire la porta di casa a chiunque sia interessato a sapere chi siamo”.Per la realizzazione del bilancio sociale 2009 è stata coinvolta B2 Axioma, in qualità di consulente esterno, una società di consulenza in Reputation management con competenze in Responsabilità Sociale d’Impresa. Sono stati seguiti i principi di alcuni documenti di riferimento nel settore tra cui le Linee Guida per il Bilancio Sociale, redatto dall’agenzia per le ONLUS e Altis. 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Flash News

L'endometriosi colpisce tre milioni di donne ma la diagnosi spesso arriva tardi

L'endometriosi è una patologia che colpisce circa una donna ogni otto e viene diagnosticata spesso tardivamente dopo mediamente nove anni a  causa della sintomatologia comune a situazione anche non strettamente patologiche: mal di pancia, dolori mestruali, dolori durante i rapporti sessuali, disturbi urinari o intestinali; una delle problematiche maggiori è il rischio di infertilità legato anche ad un approccio tardivo.

Leggi tutto...

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50

Free business joomla templates