Questo sito utilizza cookie per implementare la tua navigazione e inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più clicca leggi

Sei qui: HomeAutori Agenziadistampa.euEventiI colori della scienza: l’arte racconta la ricerca

I colori della scienza: l’arte racconta la ricerca

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 


Dall'11 gennaio 2020 il Mattatoio ospiterà la mostra I colori della scienza. L'iniziativa, che coinvolge oltre 4000 studenti di tutta Italia in un innovativo percorso tra arte e scienza, è realizzata nell’ambito del progetto europeo Infn-Cern Art&Science Across Italy di Horizon 2020 con il supporto scientifico e la supervisione di docenti Sapienza
Art&Science Across Italy, il progetto europeo organizzato da Infn e Cern nell’ambito del network Creations di Horizon 2020 per la diffusione della cultura scientifica rivolto alle scuole superiori italiane, chiude a Roma la sua quarta tappa locale (dopo Milano, Genova e Venezia) con la mostra "I colori della scienza. Nell’arte della ricerca scientifica".

All’interno della mostra saranno presentate, insieme a opere di artisti professionisti, 68 creazioni artistiche ispirate a temi scientifici, realizzate da circa 200 studenti di 16 tra licei scientifici, classici e artistici di Roma e provincia.Arte e scienza, due universi che si incontrano e coniugano i loro linguaggi in un innovativo percorso di immagini, testi e installazioni ispirate ai temi scientifici.

Le opere, esposte dall’11 gennaio al Mattatoio di Roma, nel cuore del quartiere Testaccio, sono state realizzate con il supporto e la supervisione di ricercatori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e della Sapienza Università di Roma, per la parte scientifica, e di artisti dell’Accademia delle Belle Arti di Roma, per la parte artistica.

Sono parte integrante dell’esposizione la collezione art@ CMS, che raccoglie una ventina di opere, frutto della collaborazione tra artisti professionisti e scienziati, già esposte in eventi ed esibizioni internazionali (tra le quali, Singapore, Miami, Pechino, Chicago, Ginevra), e un percorso per immagini, testi e installazioni, realizzato dal Cern e dall’Infn, e dedicato ai misteri dell’universo e alle sfide della fisica delle particelle.

Nel suo complesso il progetto, alla sua seconda edizione, coinvolge undici città italiane (Milano, Torino, Roma, Genova, Potenza, Pisa, Firenze, Napoli, Matera, Venezia, Padova), per un totale di 93 scuole e 4000 studenti impegnati in attività di formazione e produzione di opere artistiche, nel contesto di progetti di alternanza scuola-lavoro.

La mostra sarà visitabile al Mattatoio (Padiglione 9B) fino al 22 gennaio, con ingresso gratuito.

Il progetto Art&Science Across Italy

Art&Science Across Italy è un progetto europeo per la diffusione della cultura scientifica rivolto alle scuole superiori italiane, organizzato da Infn e Cern nell’ambito del network Creations di Horizon 2020. Il progetto ha l’obiettivo di promuovere la cultura scientifica tra gli studenti, coniugando i linguaggi dell’arte della scienza come espressione dei processi creativi coinvolti nell’indagine della realtà.

Art&Science Across Italy è strutturato in fasi successive, con seminari nelle scuole e nelle università, visite a musei e laboratori scientifici, workshop tenuti da esperti del mondo scientifico e dell’arte e attività di tutoraggio durante la realizzazione delle composizioni artistiche.

Per ognuna delle città coinvolte, il progetto è articolato in quattro fasi - formativa, ideativa, creativa, competitiva – seguite da una mostra locale e da una selezione nazionale che ha come culmine la mostra conclusiva “I colori della scienza. Nell’arte della ricerca scientifica”, prevista al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (Mann), nella primavera del 2020. I vincitori della competizione nazionale, selezionati da un comitato internazionale di esperti, prenderanno parte a un master al Cern di Ginevra e nei laboratori nazionali, sul rapporto tra arte e scienza. I vincitori sono destinatari di una borsa di studio, conferita dagli enti patrocinanti e dagli sponsor del progetto, a copertura del costo del master e delle spese accessorie.

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Flash News

 
LA DATA ANNUNCIATA DAL COMUNE DI BOLOGNA, PRELIOS E FICO EATALY WORLD CON FONDAZIONE FICO E CAAB
 
Aprirà al pubblico il prossimo 15 novembre FICO Eataly World, il più grande parco agroalimentare del mondo, che sta sorgendo a Bologna. La data di inaugurazione è stata decisa dal Comune di Bologna, promotore del progetto, con FICO Eataly World - la società di gestione del Parco -, la Fondazione FICO per l'Educazione alimentare e alla Sostenibilità, Prelios Sgr, che ha istituito e gestisce il Fondo Pai (Parchi agroalimentari italiani) per la sua realizzazione, e con CAAB - Centro Agroalimentare Bologna. Il Parco, ad ingresso gratuito, punta ad attrarre milioni di visitatori da tutto il mondo, racchiudendo l’eccellenza dell’enogastronomia italiana, dal campo alla forchetta. I lavori di allestimento sono in dirittura d’arrivo, e nelle prossime settimane verranno ultimati per assicurare il taglio del nastro nella data prefissata.

Cerca nel Sito

Archivio Agenziadistampa 2001-2012

Per Visitare il vecchio archivio Articoli di Agenziadistampa.eu andate alla pagina www.agenziadistampa.eu/index-archivio.html

Scienzeonline.com
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 227/2006 del 29/05/2006 Agenzia di Stampa a periodicità quotidiana - Pubblicato a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50 - Direttore Responsabile: Guido Donati.

Agenziadistampa.eu - tvnew.eu
Direttore Responsabile Guido Donati
Autorizzazione del Tribunale di Roma n 524/2001 del 4/12/2001 Agenzia di Stampa quotidiana - Pubblicata a Roma - V. A. De Viti de Marco, 50